Resistendo alla tentazione di scrivere una poesia d’amore

Di nuovo la cattiva ispirazione,
oggi che non piove e non c’è il sole
– la tentazione di scrivere all’amata
e dell’amore con le stesse parole
di quando l’amore era infelice
(no, non sono del tutto felice,
sebbene tu ogni giorno mi ripeta,
al telefono, che m’ami).
Di quella pena sento che potrei
soffrire ancora nel risentimento.
Ma non per colpa tua, per le mie colpe,
per una perversione dell’amore.

Sei così lontana in queste ore
di prefestivo silenzio – e già domani
splenderà su di me il tuo sorriso
tra le bionde cortine dei capelli
che come un baldacchino si chiuderanno
sul nostro cieco abbraccio.

Non scrivo nulla, amore. Chiudo gli occhi,
attendo che venga domani.
Non si sciupi nei versi l’amore
e i versi in un’eco di lamento.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *