Con l’immobilità
del capo, e quei capelli,
cosa voleva dire
– a me che, se parlasse,
non la potrei capire
– lei che mai più potrà
dire alcunché, eppure
vuole che la si canti
bella, che la si ami,
anche così lontana:
quale promessa, quale rinnovato
addio, quale racconto
o confessione postuma,
con quei capelli scuri
e più folti, mi è parso
– lei che li ebbe chiari
e quasi radi?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *