Ppi cu’ scrivu

“Quannu ‘a finisci di murritiari
ccu sti minchia ‘i poisii, e di stunari
l’arma a tuttu ‘u quarteri
ccu sta mitragliatrici?”, mi dicia
bonarma di me patri,
livànnimi di sutta a la ntrasatta
‘a machina ‘i scrivìri.
“Nesci, vanìa, pigghia aria, va’ a circari
fimmini e amici, vàttini a buttani,
ca si carusu. ‘Un vidi comu sì
giarnusu e malatizzu?”
Iu nun m’arrisicavu di fiatari,
ca già l’avia sintutu purmuniari.
A ddi tempi ‘un sintivu la stanchizza
comu ora: eru capaci ‘i capuliari
ppi ‘na simana sana,
scurdannumi di dormiri e mangiari.
Ma stasira taliu ‘a fotografia
di ddu sant’omu, misa a lu capizzu,
stutu ‘u caternu littronico,
‘u posu ‘n capu a l’avutru chiumazzu,
e ci dicu: ragiuni avivi, pa’,
ora mi dormu, nun m’amminazzari.
Staiu scrivennu un poema ppi tia,
ccu li palori toi, ppi comu pozzu.
Ti lu leggiu ppi fàmmi pirdunari
quannu, a cent’anni, ni videmu ddà.

Un commento su “Ppi cu’ scrivu

  1. PER CHI SCRIVO

    “Quando la smetti di giocherellare
    con ‘ste minchia di poesie, e di rompere
    l’anima a tutti nell’intero vicinato
    con ‘sta mitragliatrice?”, mi diceva
    mio padre bonanima,
    cavandomi di sotto all’improvviso
    la macchina da scrivere.
    “Esci, va in giro a prender aria, va in cerca
    di donne e amici, vattene a puttane,
    che sei ragazzo. Non vedi quanto sei
    pallido e malaticcio?”
    Io non m’arrischiavo di fiatare
    che già da un pezzo stava a brontolare.
    Non sentivo a quel tempo la stanchezza
    come adesso: ero capace allora
    di battere sui tasti senza tregua
    per una settimana,
    scordandomi e di bere e di mangiare.
    Ma stasera guardo la fotografia
    di quel sant’uomo, qui a capo del letto,
    e spengo il quaderno elettronico,
    lo poso sopra l’altro cuscino,
    e gli dico: avevi ragione tu, papà,
    ora dormo, non guardarmi scontento.
    Sto scrivendo un poema per te,
    con le parole tue, per quel che posso;
    per leggertelo e farmi perdonare
    quando, a cent’anni, ci incontreremo là.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *