Certezze

Qui no, non può accadere, dice il vicino,
che ci crolli il soffitto sulla testa.
Sotto i nostri piedi non ci sono
lava fuoco crepacci sotterranei,
croste di roccia crepate come forme
di Parmigiano caduto dagli scaffali,
né strisciano sotto queste case
malefiche placche tettoniche
sospinte dalla deriva dei continenti.
Qui i fiumi non possono esondare,
li hanno deviati, costretti in canali
ben disciplinati. Le brentane
non sono che un ricordo, figurarsi
i terremoti: non ce n’è mai stati.
Queste sono paludi bonificate,
qui sotto c’è acqua e fango, qui è una landa
sicura, ammortizzata.

No, non moriremo di terremoto
io e il mio grasso asmatico vicino.
Tutt’al più pioveranno rane
nel giardino condominiale.
Posso dormire il sonno del giusto
(ho donato due euro via sms)
e godermi in tv lo show no-stop
di questo e altri disastri.

5 commenti su “Certezze

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *