Panorama

Mi ha raggiunto che ero già al lavoro
un sms mattutino:
“Ah, che bella mattina!”.

La grande vetrata fumé
inquadrava il solito P A N O R A M A
(è il nome di un centro commerciale).

Rispondo: “Grazie, non me ne ero accorto”.
E lei: “Beato te,
chissà a cosa pensavi!”.

Chissà a cosa pensavo,
povero me.

9 commenti su “Panorama

  1. Monsù Travet dietro in vetro fumè che non sa che è una bella giornata, che pensa e non sa a cosa pensa. Secondo me qui ha descritto benissimo un suo normale stato di trance.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *