gli ipocriti

Come puoi disprezzarli, gli ipocriti,
e con loro essere sincero?
Hanno occhi così mansueti!
Ti guardano dritto negli occhi, mentre ti spiegano
col cuore in mano, con disinteresse,
che la loro intenzione era onesta,
che hanno rischiato la gogna e la proscrizione
solo per voler essere giusti.
Puoi forse dubitare
che non abbiano agito a fin di bene?

Se dice male di tutti
meno che di te e di sua madre
(lo sanno tutti che ti vuole bene),
l’ipocrita non è malevolo.
Non calunnia non, sparge zizzania,
non rende falsa testimonianza,
non diffama, non mente.
Anzi, è così franco in quel momento,
così schietto, con te! Perché è sicuro
che quel segreto resterà tra voi
è non sarà tradito.

E tu che abbassi gli occhi e acconsenti
non puoi più liberarti dalla pania
di quella complicità.
Del resto sei d’accordo, per metà,
col fatto che voi due – tu e lui –
siete, dell’intera umanità,
l’unica parte decente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *