… ET AMO

Ho visto che qualcuno posta poesie e racconti sul proprio blog per testarli. E’ un po’ come testare una tecnica chirurgica o un nuovo farmaco su un topo: in corpore vili. E se non superano il test?
Se questa poesia non supera il test, il blog muore (poco male, è un blog). Se lo supera, sarà inviata per posta celere, stampata… Non so.
Istruzioni per l’uso: non lasciatevi ingannare dal titolo e dal resto: è la più tenera poesia d’amore che io abbia mai scritto (capito, madonna Laura?).

Ho visto che qualcuno posta poesie e racconti sul proprio blog per testarli. E’ un po’ come testare una tecnica chirurgica o un nuovo farmaco su un topo: in corpore vili. E se non superano il test?
Se questa poesia non supera il test, il blog muore (poco male, è un blog). Se lo supera, sarà inviata per posta celere, stampata… Non so.
Istruzioni per l’uso: non lasciatevi ingannare dal titolo e dal resto: è la più tenera poesia d’amore che io abbia mai scritto (capito, madonna Laura?).

Insulti

Vafffa… con molte effe. F come
Folgorato Fissato Fuso aFFranto
Figlia Fiducia Fede Fedeltà.
Eccetera. Ti abbraccio Forte Forte:
ormai solo una formula, che vale
quanto un vai a farti… vai a farti
benedire glorificare,
maledicta tu in mulieribus,
benedetta. E sia maledetto
il tuo seno e il tuo pube e il giorno in cui…
No, fu di sera… Ricordi?…

Vacci: ti piace. E io vengo con te.
Mostarda, trota, tucana: vai a farti…
Da me, possibilmente. Perché, vedi…
Vedi l’arcano: riesco a desiderarti
mentre vorrei morsicarti, farti a brani,
vituperio del genere tuo
e di quante mai femmine furono.

Vieni che ti mangio, depravata,
insulsa, pezzo di miele, arpia, malnata.
Ti faccio un… Ma no, mi faccio un culto
del mio amore: accendo una candela
davanti alla tua foto e ogni sera
recito la preghiera, anima mia,
nella segreteria.

Stammi lontana, cercati altri sollazzi:
palestra cine gite ed altri…
Troppo facili
certe rime…

Odiamoci, purché io non ti perda.
Dissolviti sparisci dalla vita.
Involati angélicati assumiti
nel cielo dei miei versi, e sia anatema
a te e ai tuoi avi teutoni di merda,
amore che non sei altro.

Giovanni Monasteri
(La firma, narcisismo a parte, è per ricordare che tutti i diritti sono riservati, come la persona a cui la lirica è dedicata).