Corioretinopatia sierosa centrale

Forse l’ho sempre avuta, è congenita
quest’ombra sulla retina
del mio occhio sinistro,
la lacrima ingorgata che deforma
il profilo muto delle cose.
Ma io non la vedevo
perché guardavo il mondo con due occhi,
uno limpido e l’altro nubiloso.
O perché altri occhi
guardavano per me.

Per come riuscivi a vedere
così tante cose in questo niente
e persino a fotografarle,
lungamente ti ho amata.
Dovrò rieducare il mio sguardo,
rassegnarmi alla visione
di un paesaggio così disadorno,
accontentarmi dei residui
della visione delegata.