A un’ex moglie

Perché proprio noi due?
Cosa potè piacermi
di te? Che maleficio
ci unì così saldamente?

Le vite precedenti?
L’eternità degli “essenti”?
(Cfr. Emanuele Severino,
per il momento scomparso
dal “cerchio dell’apparire”).

L’amore, persino un grande amore,
non poteva bastare
per cucire insieme
due vite così divergenti.

Affinità recondite? Destino?
Nessun essere umano mi fu mai
come te dissimile e ostile.
Né mai tanto vicino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *