Rendiconti

Potete, mie presunte creditrici,
falsificare il conto
del dare e del ricevere:
io non potrò smentirvi, avendo amato.
Non ho mai tenuto
un registro di partita doppia,
né calcolato perdite e guadagni.
Non saprei contestare
una richiesta di risarcimento.
Io stesso in un tribunale
mi dichiarerei colpevole insolvente
tirchio profittatore ladro ingrato.

Povere donne illuse, deluse,
potete aver amato qualche volta.
Ma il giorno in cui avete lamentato
un saldo negativo,
tutto l’amore, ogni suo beneficio
e fino il ricordo dell’amore
divenne un bene perduto,
un carico affondato in mare,
un investimento sbagliato.
E questa perdita ogni altro amore
per sempre ha deprezzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *